Commenti alla proposta di Legge della Commissione Affari Sociali

Aspetti medici nel testo condiviso

La Commissione Affari Sociali trova l’accordo sulla proposta di Legge ma ora la crisi di Governo sospende tutto

Dopo mesi di lavoro e consultazioni, la Commissione Affari Sociali della Camera ha varato un testo condiviso (e condivisibile, che tiene conto di quanto avvenuto negli anni e delle DAT già predisposte dai cittadini). La crisi di Governo però sospende l’iter parlamentare …

LA STORIA DI ELUANA NEL DIARIO DI UNA GIUDICE

Articolo dal Messaggero Veneto

NOVITA’ DAI COMUNI … IN ATTESA DELLO STATO

Dovranno pur tenerne conto …

Vievere e morire con dignità, se ne parla al Centro Balducci di Zugliano (UD)

venerdì 18 novembre, ore 20.30

vivere e morire con dignità – la locandina

Introduce – Omar Monestier (direttore del Messaggero Veneto)

Intervengono:

- Beppino Englaro

- Vito Di Piazza

- Marinella Chirico

- Pierluigi Di Piazza

E’ MORTO UMBERTO VERONESI

Umberto Veronesi è deceduto nella sua casa milanese. Oncologo di fama mondiale ha contribuito a modificare la storia nel campo della lotta contro il cancro.

Era anche membro del Comitato scientifico della nostra Associazione e da anni si batteva per un fine vita dignitoso, a favore delle disposizioni anticipate di trattamento sanitario, con una concezione laica e rispettosa dell’individuo.

Della morte disse “Non mi spaventa la fine, mi spaventa fare una brutta fine”. Ha sempre posto un’attenzione estrema al controllo del dolore. Credeva profondamente nel principio della responsabilità della vita e nell’autodeterminazione della persona, compreso il diritto di scegliere come concludere la propria esistenza.

Diceva ancora: “Se si rispetta la volontà del paziente il rischio di ostinarsi in cure troppo invasive o tossiche per il malato è molto ridotto. Io non ho mai combattuto la morte in sé. Ho combattuto la morte prematura a causa di una malattia e ho combattuto il dolore sempre, anche nel processo del morire. Il dolore non ha nessuna utilità, non porta catarsi né redenzione, quindi va evitato con tutti i mezzi che la scienza medica mette a disposizione.

Grazie Umberto

Due convegni in Friuli e Veneto orientale

Con Beppino Englaro, Amato De Monte e don Pierluigi Di Piazza a Povoletto (UD)

e con Beppino Englaro, Amato De Monte, Leopoldo Coen, Roberto Danielis e Roberto Cortelazzo a San Vito al Tagliamento (VE)

Le locandine:

Santa Tecla (Catania) – il Parroco premia Beppino Englaro

- La chiesa è dialogo

La Regione Piemonte in materia di “fine vita”

- Piemonte – Consiglio regionale per le DAT

Morto Max Fanelli, uno dei simboli della battaglia sul fine vita

- il suo testamento morale